Grazie a questa metodologia è possibile valutare a priori e con estrema esattezza ,la posizione implantare in funzione delle strutture anatomiche sensibili(valutazione chirurgica) e soprattutto in funzione di una corretta posizione protesica, con notevoli vantaggi di tipo estetico e funzionale(valutazione protesica).

AUTHOR: DR. Giuseppe Agostinacchio Gravina In Puglia(BA), ITALY 

REPORT ADVISOR: Prof. Saverio Ravazzolo ITALY PROGRAM DIRECTOR 

CO-ADVISOR: Dr. Marcello Provvisionato | Academic Year: 2016-2017

INTERNATIONAL ACHIEVEMENT CERTIFICATE IN IMPLANTOLOGY & ORAL REHABILITATION

New York University College of Dentistry “Current Concepts in American Dentistry Program”

“Predicibilità dei piani di trattamento in implantologia tramite Chirurgia guidata su base modello”


Il risultato è la possibilità di effettuare interventi meno invasivi e addirittura, qualora le condizioni anatomiche lo permettano, in maniera flapless senza la necessità di usare il bisturi o scollare un lembo, con maggiore rispetto dei tessuti, ridotti tempi di guarigione e quasi assente morbilità per il paziente.

Da un punto di vista protesico, è inoltre possibile ottenere preventivamente un provvisorio abbastanza preciso, da applicare subito dopo l’intervento, con minimi adattamenti, il tutto con la possibilità di effettuare un carico immediato molto più semplicemente e rapidamente.

Quindi sia la morbilità che la tempistica protesica risultano notevolmente ridotte, con grande soddisfazione da parte del paziente.

In altre parole la chirurgia guidata computer assistita rappresenta una vera rivoluzione tecnologica avvenuta nel settore odontoiatrico, paragonabile a quella avvenuta in altre branche della chirurgia, come l’angioplastica per via intravasale e le varie tecniche chirurgiche effettuate in endoscopica (D.Bonaudo,D.Boschis,R.Gianpaolo).

Essa soddisfa nel nostro settore la continua tendenza verso la mini invasività e precisione presente nelle varie branche della chirurgia in generale.

In altri termini rappresenta per l’odontoiatria, quella rivoluzione tecnologica epocale che ogni branca della medicina sta vivendo.

 

Vantaggi chirurgici:

  • Identificazione delle strutture anatomiche critiche con conseguente riduzione dei rischi.
  • Inserimento ottimale dell’impianto rispetto al volume osseo con riduzione della indicazione ad interventi di ricostruzione ossea complessi.
  • Possibilità di inserire l’impianto con tecnica flapless e conseguente notevole riduzione della morbilità del paziente.
  • Riduzione dei tempi di intervento chirurgico.

Vantaggi protesici:

  • Possibilità di inserire gli impianti guidati protesicamente con conseguenti vantaggi estetici e funzionali.
  • Possibilità di avere preventivamente pronto un provvisorio per poter effettuare più rapidamente e semplicemente un carico immediato, con conseguente grande soddisfazione per il paziente e ridotto stress per l’operatore, soprattutto se abbinato ad una chirurgia flapless.
  • Riduzione in generale dei tempi necessari per la realizzazione di una riabilitazione implanto-protesica.

Per quanto riguarda gli svantaggi, più che di svantaggi veri e propri si tratta di controindicazioni alla tecnica e di complicanze.

Controindicazioni, Complicanze, e tutti i casi di esempio sono descritti minuziosamente dentro il file PDF scaricabile gratuitante.

 

Richiedi Gratis il PDF integrale della tesi NYU

Testi e Immagini: Dr Giuseppe Agostinacchio

Condividilo con i tuoi amici !

Se ti piace puoi condividere questo contenuto con i tuoi amici e colleghi.