Nel 2013 abbiamo scritto un articolo spiegando come la tempesta economica che stava picchiando in Italia avrebbe e stravolto il panorama dentale italiano.

Oggi 5 anni dopo questo nuovo orizzonte sta ancora cambiando..

In 10 anni circa di crisi sono spariti il 22% dei laboratori Odontotecnici Italiani; i numeri parlano chiaro, nel 2007 erano 15.165 mentre nel 2016 erano scesi al misero numero di 12.237 (fonte agenzia dell’Entrate)

Oggi Il calo dei laboratori è terminato e si riscontra una ripresa  del fatturato dei laboratori tecnologicamente piu evoluti.

I piccoli laboratori gestiti dal solo propietario hanno dichiarato un fatturato medio di 50.500€ con un reddito netto medio di 22.100€, segnano un incremento del 6% rispetto al fatturato dello scorso anno.

Le società di persone hanno dichiarato un fatturato di 113.100 euro per un reddito netto di 40.900 euro segnando un 2,5% di incremento del fatturato.

Il fatturato medio dichiarato dai laboratori organizzati in società di capitale è di 335.500 euro con un reddito di 25.400 euro, lo stesso fatturato medio dichiarato l’anno precedente.

Il mercato del digitale sta spingendo forte e sempre piu’ laboratori si stanno organizzando con soluzioni cad-cam dedicate alle produzioni di dimensioni medie.

Sempre piu’ strategica sta diventando la scelta delle aziende partener.

Convinti di essere un azienda strategicamente posizionata nel mercato, noi di AbutmentCompatibili.com abbiamo presentato l’uscita delle librerie FREE e OPEN per tutte le nostre connessioni implantarti, anche le basi da incollaggio IPD saranno aggiornate con ancora piu vantaggi ergonomici ed economici per i laboratori che standardizzando i processi e i fornitori riescono a crescere con l’offerta e i fatturati.

  1. Scan Body Intra/Extra-Orali
  2. Analogo Digitale
  3. Nuova Interfaccia
  4. Nuovo Ipd Hollow Screw System®
  5. Base Co-Cr
  6. Ottimizzazioni Cam
  7. Librerie Cad
  8. Guide
  9. Compatibilita’

Scan Body Intra/Extra-Orali

Il nuovo Scan Body è progettato per essere utilizzato sia in ambito clinico, mediante uno scanner intraorale, sia in un ambiento di laboratorio, tramite uno scanner desktop.

È realizzato con due materiali biocompatibili: La parte superiore è realizzata in Peek, un polimero che favorisce la lettura e l’individuazione della posizione dell’impianto.

La parte inferiore è realizzata in titanio grado 5 che, data la sua opacità, consente di verificare il corretto posizionamento e fitting con la fixture.

Un terzo componente che completa questo Scan Body è la vite, anche questa in titanio di grado 5; Questo componente resta “intrappolato” tra le due parti, impedendogli di cadere nella bocca del paziente durante il posizionamento.

Lo Scan Body viene gestito con un cacciavite esagonale da 1.20 mm; Il nuovo Scan Body sarà sempre avvitato direttamente alla connessione, ha una precisione di +/- 0,005 micron e consente l’uso dell’autoclave per scopi di pulizia e sterilizzazione.

Due lunghezze, vale a dire 10 mm e 15 mm, possono essere scelte a seconda delle esigenze o della profondità della mucosa e nei casi più estremi permettono di non comprimere eccessivamente i tessuti.

Caratteristiche del nuovo scan body:
1. Può essere utilizzato sia in ambito clinico (intraorale) che in ambiente di laboratorio (extraorale).
2. Qualsiasi opzione selezionata dalle nostre librerie potrebbe essere utilizzata con lo stesso scan body. 

  • Diretto all’impianto senza interfacce da incollaggio·
  • Diretto all’impianto senza interfacce da incollaggio ma con foro vite angolato
  • Indiretto all’impianto tramite interfaccia da incollaggio
  • Indiretto all’impianto tramite interfaccia da incollaggio con foro vite angolato
  • Indiretto all’impianto con base Co-Cr (protesi singola e multipla)
  • Overdenture
  • Modello 3D con analogo digitale

3. La base in titanio assicura la durata dello scan body rispetto alla geometria della connessione, senza perdere alcun fitting o precisione.
4. Quando si lavora con le interface da incollaggio IPD, il lavoro può iniziare senza che sia fisicamente presente l’interfaccia.
5. Differenziazione tra rotazionale (restauri singoli) e antirotazionale (restauri multipli) in modo da ottenere risultati migliori quando si lavora con protesi multiple.
6. L’opacità della base dello Scan Abutment consente di verificare se è correttamente accoppiato all’impianto mediante raggi x.


Analogo Digital

L’analogo consente di localizzare la posizione esatta dell’impianto in un modello 3D.

Lo scopo è quello di consentire il posizionamento corretto dell’analogo nel modello, simulando la posizione esatta dell’impianto nella bocca, sia nella quota verticale, che nel posizionamento effettivo della geometria della connessione.

Il nostro analogo digitale riunisce tutte le caratteristiche che sono necessarie per mantenere questi parametri corretti:

Ha un design innovativo con due viti di fissaggio, una posizionata nella zona laterale e l’altra nella parte inferiore.

Utilizzando due viti di fissaggio, il posizionamento corretto dell’analogo è assicurato, con un ulteriore vantaggio fornito da una vite trasversale, poiché consente di lavorare con modelli in articolatore, rendendo possibile montare e rimuovere gli analoghi senza perdere la registrazione dell’occlusione.



Nuova Base IPD Interface

Vantaggi del nuovo design:

  1. Un design asimmetrico, tri-lobulare, accattivante che consente di essere applicato solo in una singola posizione.
  2. Geometria più facile da fresare. – Scanalature elicoidali che assicurano una presa migliore quando cementate rispetto alle precedenti scanalature (circolari).
  3. Maggiore superficie di appoggio per la protesi, evitando spessori insufficienti in base ai materiali utilizzati.
  4. Quattro diverse piattaforme adattate ai diversi diametri implantari e classificate come Slim, Narrow, Regular e Wide. Il profilo di emergenza che va dalla piattaforma dell’impianto alla base su cui si posizionerà la protesi viene quindi ammorbidito, rendendo il lavoro più semplice nei casi in cui vi è poco spazio disponibile.
  5. Diverse altezze mucose, minima, media e alta.
  6. Compatibile con le nuove IPD Hollow Screw System®
  7. Rivestimento TinCoating: Maggiore resistenza a fatica, riducendo il rischio di rottura delle viti. Maggiore durezza superficiale e minore usura dovuta all’abrasione; Questo è particolarmente importante negli abutment IPD e PSD.

Il rivestimento TinCoating permette un ridotto coefficiente di attrito e rischio di allentamento della vite.

L’aumento della capacità di pre-serraggio della vite, la prevenzione delle deformazioni nei fianchi delle filettature, una completa inerzia e stabilita’ chimica: a differenza del titanio anodizzato, il rivestimento TiN è molto stabile, anche in ambienti aggressivi, non perde la colorazione dorata.


Nuovo Ipd Hollow Screw System®

Colore uniforme: il colore delle superfici con rivestimento TinCoating è molto uniforme, quindi non ci sono differenze evidenti in toni da un lotto di produzione all’altro.

 

È completamente biocompatibile e riduce l’adesione batterica.

Quando viene applicato sull’ingaggio del cacciavite, la trasmissione della coppia di serraggio viene migliorata e vengono ridotti i rischi di danneggiamento della testa della vite.

Sede della vite modificata: assicuriamo un comportamento completamente stabile durante: l’applicazione della coppia, il serraggio e durante le forze occlusali. La riprogettazione con il rivestimento TinCoating impedisce che la vite si allenti prematuramente.

Vantaggi del nuovo design:
Permette di fornire più coppia, più stabilità e sicurezza nella filettatura, migliore accoppiamento per la chiave, evitando possibili deformazioni della testa della vite (ingaggio danneggiato), maggiore rinforzo in tutta la struttura, possibilità di rimuovere la vite con maggiore facilita’.


Base Co-Cr da Saldatura & Incollaggio

Le basi Co-Cr sono state create per lavorare in modo digitale con la nostra libreria, tenendo conto dei diversi sistemi di lavoro e classificandoli in due tipi di tecniche:· Saldatura / Cementazione

  1. FusioneDesign delle basi:· Maggiore sovra-connessione per favorire qualsiasi sistema di lavoro.
  2. Scanalature verticali per facilitare la ritenzione meccanica in caso di fusione.
  3. Smussatura sul bordo della piattaforma che, insieme al bisello che è anche contemplato nel disegno della protesi, creerà un angolo di 90 ° e fornirà uno spazio sufficiente per saldare le due parti insieme. Questa smussatura favorisce la colatura perché lo spazio può essere riempito con la cera prima di posizionare il lavoro nel cilindro, il che contribuisce al buon incollaggio delle due parti.
  4. Quattro diverse piattaforme:Adattate ai diversi diametri implantari e classificate come Slim, Narrow, Regular e Wide.La sporgenza che va dalla piattaforma dell’impianto alla base su cui si posizionerà la protesi viene quindi attenuata, rendendo il lavoro più facile nei casi in cui vi è poco spazio disponibile.


Ottimizzazioni Cam

Per assicurare l’ingaggio e la precisione di tutte le connessioni integrate nelle nostre librerie, sono state eseguite ottimizzazioni e collaudi con le macchine più comuni sul mercato:

  • S2 di VHF
  • K5 di VHF
  • Imes icore 350
  • Imes 250i
  • Roland
  • Yenadent

Il software CAM Hyperdent V8 è stato utilizzato per la creazione delle strategie di fresaggio. Questa versione consente di importare la progettazione CAD nel software CAM, applicando automaticamente le strategie di fresatura.

Abbiamo sviluppato strategie per tutte le connessioni nei seguenti materiali:

  • Cera
  • PMMA
  • Cromo-cobalto
  • Titanio
  • Zirconio (interfaccia)

 


Librerie Cad

  1. Le librerie CAD sono progettate in modo che possano essere liberamente utilizzate per realizzare diversi tipi di protesi:
  2. Connessoni Implantari dirette, Connessioni STL aperte e non criptate per protesi con foro vite angolato TPA.
  3. Connessoni Implantari dirette, Connessioni STL aperte e non criptate per protesi con foro vite dritto (classico).
  4. Connessoni Implantari Indiretto sull’impianto, mediato tramite Interface IPD.
  5. Connessoni Implantari Indiretto sull’impianto, mediato tramite Interface IPD con foro vite angolato TPA.
  6. Connessoni Implantari Indiretto sull’impianto, mediato tramite Base in CoCr da saldatura o incollaggio.
  7. Overdenture con sistema PSD
  8. Modello 3D (analogo digitale) Creando l’alloggiamento per l’analogo digitale.

Le librerie sono totalmente OPEN  quindi non criptrate, aperte per la lavorazione diretta o indiretta all’impianto e saranno disponibili per i maggiori sistemi CAD.

Condividilo con i tuoi amici !

Se ti piace puoi condividere questo contenuto con i tuoi amici e colleghi.