Il gruppo di investimenti svedese quotato LIFCO entra in Italia con l’acquisizione di Rhein83, leader nella produzione di attacchi per protesi rimovibili

Il gruppo di investimenti svedese LIFCO entra nel mercato italiano con Rhein83, società bolognese attiva da 35 anni nel settore dentale e leader nella produzione di attacchi per protesi rimovibili. Il team di Oaklins Arietti, guidato dal partner Enrico Arietti, ha assistito la holding in qualità di advisor buy-side e nello scouting del mercato italiano: l’operazione prevede l’acquisizione della maggioranza del capitale di Rhein83, con un’opzione per acquisire fino al 100% della società in un periodo che può arrivare fino ad oltre 10 anni.

Nel 1983 Rhein83 (www.rhein83.com) ha rivoluzionato la propria nicchia di mercato introducendo le materie plastiche per la ritenzione delle protesi mobili – fino ad allora mai utilizzate -, che hanno poi gradualmente sostituito i tradizionali attacchi metallici e sono diventati uno dei prodotti più conosciuti e imitati. L’azienda, oggi guidata da Claudia Nardi (figlia del fondatore Ezio Nardi) e dal socio Gianni Storni, è da anni in costante crescita, sia in termini di fatturati che di marginalità.

LIFCO (www.lifco.se) è una holding di investimento con sede a Stoccolma (Svezia), che opera con l’obiettivo di acquisire e sviluppare PMI leader in specifiche nicche di mercato che abbiano il potenziale di generare utili e robusti cash flow. Negli ultimi due anni il gruppo LIFCO ha completato 11 acquisizioni nel 2016 e 13 nel 2017. Nei primi mesi del 2018 ha acquisito un totale di 8 aziende in Italia, Francia, Germania, Svezia e Norvegia. Ad oggi LIFCO controlla 140 società in 30 Paesi, generando circa 1 miliardo di euro di fatturato. Dal settore dentale, quello in cui LIFCO è più specializzata, proviene il 38% del fatturato di gruppo.

Gianni Storni e Claudia Nardi resteranno le figure di riferimento in Rhein 83, che può ora puntare ad una crescita accelerata grazie alle disponibilità di capitali, alle conoscenze del settore, ed alle sinergie internazionali che LIFCO può apportare.

Enrico Arietti, partner di Oaklins Arietti (www.oaklins.com/it/) a capo del progetto aggiunge: «Sono davvero entusiasta di aver potuto assistere un cliente come LIFCO nel loro primo investimento in Italia. LIFCO offre agli imprenditori l’opportunità unica di diversificare il rischio e valorizzare i propri sforzi imprenditoriali, pur mantenendo il controllo della società in piena indipendenza operativa. Pur essendo LIFCO un grande operatore globale, il gruppo crede molto alle eccellenze presenti nei territori in cui opera, considerandole un asset essenziale. Non a casa il motto di LIFCO è “a safe haven for your business”».

Ingvar Ljungqvist, Head of Acquisitions di LIFCO: «L’Italia è un paese ricco di aziende leader in nicchie di mercato a volte anche inaspettate. Rhein 83 rappresenta una di queste eccellenze. Siamo molto contenti di questa prima acquisizione in Italia. Speriamo sia la prima di una lunga serie, sia nel settore dentale che in altri settori, dove stiamo scoprendo realtà eccellenti e con ottime performance».La holding di Stoccolma, che ha in portafoglio 140 società in 30 Paesi, controllerà la maggioranza del capitale della società bolognese attiva nel settore dentale

Condividilo con i tuoi amici !

Se ti piace puoi condividere questo contenuto con i tuoi amici e colleghi.